Col progetto Kometa, la formazione in modalità virtuale

1Bari, 11 aprile 2019. Si scrive Kometa, si legge innovazione. Acronimo di Knowledge Community for Efficient Training through Virtual Technologies, il progetto Kometa si basa sull’ausilio di tecnologie innovative, quali la realtà virtuale e immersiva, e sul machine learning, per la formazione del personale addetto alla manutenzione degli impianti di distribuzione idrica e depurazione delle acque reflue. L’obiettivo è velocizzare i tempi di analisi e il ripristino dei guasti, consentendo un notevole risparmio e un incremento della funzionalità e del livello qualitativo della gestione del Servizio Idrico Integrato regionale.

Kometa è stato presentato oggi, giovedì 11 aprile, presso la sede di Acquedotto Pugliese, a Bari, nel corso di un convegno a cui hanno parteciperanno tutti i partner dell’iniziativa. Dopo i saluti del presidente di Aqp, Simeone di Cagno Abbrescia, del presidente dell’Autorità Idrica Pugliese, Nicola Giorgino, del direttore generale dell’Aip, Vito Colucci, dell’assessore regionale allo Sviluppo economico, Cosimo Borraccino, dell’assessore regionale all’Industria turistica e culturale, sono intervenuti Nicola Di Donna per l’Area ricerca e sviluppo di Aqp, Giuseppe Modugno, amministratore unico di MTM Project srl, Diego Marra di Cinemagica srl e Annalisa Appice del Dipartimento di informatica dell’Università di Bari. 

Il progetto Kometa, finanziato dal bando regionale Innolabs, (POR Puglia FESR FSE 2014-2020 - Sub-Azione 1.4.B), è promosso da tre Pmi (MTM Project srl, capofila, Cinemagica srl, Hevolus srl), Aip, Acquedotto Pugliese, Università di Bari/Dipartimento di informatica, che svolge il ruolo di laboratorio di ricerca, in quanto iscritto nell’apposito Catalogo Partner Living Lab mediante il Laboratorio Knowledge Discovery and Data Engineering (KDDE). 

Hits: 233
Read More: Bari 11 aprile 2019 - Convegno di presentazione del progetto Kometa